Carrello

Il marciume apicale del pomodoro

Si tratta di un disturbo fisiologico comune dell’orto causato dalla mancanza di calcio all’interno della pianta. Può verificarsi in peperoni, zucca, cetriolo e frutta, insomma dal melone così come nei pomodori.

NON è causato da un insetto, quindi non applicare l’insetticida in tutto il tuo giardino.

Il marciume apicale è più comune quando all’inizio della crescita del frutto il tempo è particolarmente piovoso, per poi essere secco in prossimità della completa maturazione.

Un punto maggiormente imbevuto d’acqua all’estremità dei frutti di pomodoro è il classico sintomo della putrefazione dell’estremità del frutto, e il danno appare per la prima volta quando compare su metà della dimensione del frutto.

Le aree imbevute d’acqua si ingrandiscono e diventano marrone scuro e cuoio.

Queste aree alla fine inizieranno a marcire, quindi il frutto dovrebbe essere raccolto e scartato.

Qual è la causa della putrefazione apicale del pomodoro?

Il terreno del tuo giardino potrebbe semplicemente non avere il calcio necessario, ipotesi che noi scartiamo, per la formazione dei frutti.

Più comunemente il terreno ha molto calcio ma la pianta non lo assimila.

Diversi fattori possono limitare la capacità di una pianta di assorbire abbastanza calcio per un corretto sviluppo, tra cui:

  • fluttuazioni dell’umidità del suolo (troppo umido o troppo secco);
  • un eccesso di azoto nel terreno;
  • danno alle radici dovuto alla coltivazione;
  • terreno eccessivamente freddo.

Come prevenire il marciume apicale sul pomodoro

Evitare il freddo: nei climi freddi lasciare che il terreno si riscaldi prima di piantare; i terreni freddi limitano l’assorbimento dei nutrienti.

Mantenere l’umidità: quando il tempo è asciutto innaffiare accuratamente una o due volte alla settimana per inumidire il terreno a una profondità di 10 centimetri.

No azoto: usa fertilizzanti a basso contenuto di azoto.

Fornire calcio: diminuisci il consumo di fertilizzanti NPK, integra nel suolo microrganismi con tecnologia EM1, usa fertilizzanti fogliari quali estratto di alga marina o Flower Mix.

Integra della zeolite chabasite in grani al suolo per ottenere un maggiore assorbimento dei nutrienti.

Antonio Oliveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione in tutta Italia

A partire da € 10

Servizio Clienti

Servizio clienti attivo h24

Qualità del prodotto

zeoliti italiane e certificate

100% Pagamenti Sicuri

PayPal / Carte / Contrassegno

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Primo Ordine?

Registrati per ricevere fino a €50 di Sconto

Ottieni subito 4 Coupon Sconto validi per il tuo prossimo d'ordine!